Il valore di un’azienda va oltre il suo capitale economico.
Creare una strategia di sostenibilità gli dà spazi di crescita.
Il coinvolgimento degli stakeholder e il racconto in un bilancio chiudono il cerchio,
e lo alimentano sempre di nuova energia.

/ I nostri temi

Strumenti Di Governance Della Sostenibilità

Non - Financial Reporting aka. Report di sostenibilità
Rendicontare in termini di sostenibilità significa comunicare in modo trasparente le proprie performance ambientali, sociali ed economiche. Bilancio integrato, report di sostenibilità, dichiarazione non finanziaria…Ci sono nomi diversi e anche modalità diverse per produrre una rendicontazione: noi seguiamo le linee guida della Global Reporting Initiative (GRI) perché permettono di costruire un percorso e un approccio di reporting su misura per l’azienda, allineato anche ai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 dell’ONU.
Analisi di materialità e coinvolgimento degli stakeholder
L’analisi di materialità permette all’azienda di individuare i temi materiali, ossia gli ambiti e le tematiche in grado di riflettere gli impatti economici, ambientali e sociali significativi dell’organizzazione. Un’azienda si trova infatti ad affrontare una vasta gamma di temi attorno ai quali costruire una strategia di sostenibilità. L’analisi ci permette di dire quali di questi devono essere affrontati prioritariamente. È anche un potente strumento per coinvolgere gli stakeholder dell’azienda, garantendo così le basi per una strategia condivisa e validata anche dal sistema esterno dell’organizzazione. Noi approcciamo l’analisi sia in modo analogico, individuando i potenziali temi materiali con un processo partecipativo, sia in modo digitale – validando, valutando i temi e coinvolgendo gli stakeholder attraverso il nostro strumento digitale di materiality scan.
Campi d'azione e KPIs per la sostenibilità
Ogni metaobiettivo di sotenibilità racchiude in sè diversi campi d’azione che concorrono alla sua realizzazione. Gli indicatori, i KPI, diventano poi fondamentali per monitorare l’efficacia delle strategie poste in essere e misurare i progressi verso gli obiettivi operativi definiti. Tramite i KPI l’azienda ha, inoltre, una doppia opportunità: all’interno, di allineare e motivare l’organizzazione e, all’esterno, di comunicare, in maniera chiara e trasparente, il proprio impegno e i risultati raggiunti nello sviluppo della propria strategia di sostenibilità.
Gestione dei rischi climatici
Come può un’azienda adattarsi al cambiamento climatico? Che rischi corre? Il primo passo per rispondere a questi interrogativi è proprio definire i cosiddetti rischi climatici ossia quelli di incorrere in perdite (finanziarie e non) a causa di prestazioni mancate, ritardi o non completezza nelle stesse, derivanti da pericoli legati al cambiamento climatico. Questi rischi sono di natura fisica, legati agli eventi atmosferici estremi, o di transizione, legati alle reazioni di mercato e dei clienti rispetto ai temi di tutela climatica. Capirli, analizzarli, comprendere l’ esposizione aziendale e intraprendere azioni migliorative è quello che ci proponiamo di fare accompagnandovi in questo ambito.
Gestione della catena di fornitura
Una parte considerevole dell’impatto ambientale e sociale di un’azienda risiede nelle sue modalità di approvvigionamento (a livello di sistema) e nella sua catena di fornitura (a livello di fornitori e prodotti). Gestire la catena di fornitura in chiave sostenibile significa, da un lato, evitare impatti negativi (e perchè no, crearne di positivi) e, dall’altro, ridurre la propria esposizione al rischio. Noi possiamo aiutarvi a connettere la strategia di gestione della supply-chain alla vostra strategia di sostenibilità, ai vostri temi prioritari e al contributo più grande che ogni azienda è chiamata a dare allo sviluppo sostenibile. Il risultato? Un insieme di strumenti, criteri e linee guida per supportare gli obiettivi operativi e le decisioni aziendali.
BCorp

Gli sforzi messi in campo dalle aziende in ambito di sostenibilità ambientale e sociale portano sempre più spesso alla definizione di un vero e proprio modello di business responsabile ed innovativo, basato sull’interdipendenza tra stakeholder. La certificazione B-CORP™ permette di verificare il percorso compiuto da ciascuna impresa confrontandolo con performance virtuose di altre aziende profit del proprio settore, a livello nazionale ed internazionale. L’assessment che ne deriva è uno strumento interno di analisi, pianificazione e miglioramento, verificato da parte terza, garanzia della presenza di un approccio alla sostenibilità strutturale e sistemico. Il percorso di assessment, i processi e le iniziative da impostare e attivare per l’ottenimento degli 80 punti minimi richiesti dalla certificazione rappresentano gli step intermedi per l’avvicinamento al modello B-CORP™: il più avanzato approccio di business responsabile nel contesto operativo delle Economie di Scopo.

/ Storie di successo

Schur Flexibles

Rendicontare per conoscersi e sviluppare.

Nuova Saimpa

La strategia di sostenibilità che guida e dà forza.

BRESSANONE HEADQUARTERS

Terra Institute Srl

Porta Sabiona 2 39042

Bressanone (BZ), Italia

GERMANIA

Theresienhöhe 28
80339 Monaco di Baviera, Germania

AUSTRIA

Liebhartstalstraße 1
1160 Vienna, Austria

ROVERETO

c/o Progetto Manifattura
Piazza Manifattura 1
38069 Rovereto (TN), Italia

CONTATTI

office@terra-institute.eu
Tel. +39 0472 970 484

FOLLOW US

© TERRA Institute

p.iva IT02688830211

Codice destinatario SUBM70N